5 per mille

Dal 2006 lo Stato concede ai contribuenti il diritto di destinare una piccolissima aliquota delle tasse, il 5 per mille, ad organizzazioni che si occupano di attività socialmente rilevanti senza fini di lucro.

Semplicemente indicando, nell’apposito spazio della dichiarazione dei redditi, il CODICE FISCALE dell’ente scelto lo Stato destinerà questa minuscola parte delle nostre tasse all’organizzazione indicata che deve essere riconosciuta come ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa Socialmente Utile) o come associazione di promozione sociale o svolgere ricerca scientifica o può essere destinato a Università o al Comune di residenza se si ritiene che svolgano attività sociali di concreto rilievo.

Non indicando nulla il 5 per mille viene utilizzato dallo Stato insieme al residuo 995 per mille delle nostre tasse.


Decidere a chi destinare il proprio cinque per mille è una scelta importante per il Cittadino che, senza alcun costo personale, dato che si tratta di tasse da pagare in ogni caso, ha la possibilità di indicare come utilizzare queste somme indicando in definitiva allo Stato come spendere i soldi dei Cittadini almeno per la loro duecentesima parte.


Nell’Italia soffocata dalla burocrazia la possibilità di decidere cosa fare delle tasse, anche se in misura minima, è una enorme possibilità democratica per il Cittadino equiparabile al Diritto al Voto. Una possibilità che non deve essere sprecata da nessuno. Non a caso le percentuali di quanti non esercitano questo diritto sono analoghe a quelle di chi si astiene dal voto: in entrambi i casi si perde l’occasione di esprimere la propria volontà. Non votando e non destinando il 5 x 1000 di fatto lasciamo ad altri il compito di decidere per noi cosa fare dello Stato e dei nostri soldi.


Se destinate a ZERO99 onlus indicando il nostro codice questo contributo verrà impiegato per alleviare le sofferenze di famiglie italiane che versano in gravissimo disagio con distribuzioni di pacchi alimentari, pasti caldi e aiuti di ogni genere. Aiuti concreti a famiglie che non hanno neppure il necessario per sopravvivere e vivono nell’indigenza assoluta, senza corrente elettrica, acqua corrente e servizi igienici.

Scegliere a chi destinare il proprio 5 x mille, corrispondenti a circa 30 € della dichiarazione media, è un modo per indirizzare democraticamente le scelte dell’apparato statale. Un gesto semplice che non costa nulla ma è molto importante: in mani capaci e oneste 30 € possono fornire aiuti alimentari importanti acquistando i prodotti all’ingrosso!

Un gesto anonimo coperto dalla privacy con le onlus che ricevono i contributi versati in modo cumulativo senza riferimenti di alcun genere e senza alcuna possibilità di verificare nulla.